Percorso

Il piacere di guidare sul Kesselberg

Wallgau - Lenggries 72 chilometri

La Baviera è molto apprezzata anche per i suoi laghi. Nel Tölzer Land l'itinerario alpino costeggia il lago Walchensee sulla strada del Kesselberg, fra le preferite dei motociclisti per giungere al lago Kochelsee. Dopo Benediktbeuern con la sua antica abbazia, Bad Heilbrunn, Bad Tölz e Leggries si sale fino al lago artificiale Sylvensteinspeicher.

Il lago Walchensee è un vero paradiso per chi pratica sport d’acqua. Chi invece preferisce i monti può salire sull’Herzogstand con una bella escursione o in funivia: quando il tempo è bello, da qui si possono vedere addirittura Monaco e il crinale principale delle Alpi.

La Kesselbergstraße scende per 9 km dal Walchensee al lago Kochelsee con un dislivello di 240 m, 14 tornanti e una pendenza media del 4%. La strada così come la conosciamo oggi fu utilizzata nel 1905 e nel 1907 per corse su strada a cui parteciparono sia automobili che motociclette: le ampie curve sulla sommità del passo consentivano di raggiungere velocità ragguardevoli per l'epoca, e anche oggi la strada è una meta molto amata dai mototuristi. Ricordate però che nei week-end e nei giorni festivi in direzione del Walchensee è vietata la circolazione alle moto e vi sono sia il limite dei 60 km/h, sia il divieto di sorpasso sull'intero passo. Da alcuni punti panoramici piuttosto frequentati si gode una splendida vista della zona umida Kochler Moor, che assume un aspetto particolarmente suggestivo soprattutto alla luce del tardo pomeriggio.

Respirando quest'atmosfera così unica si capisce bene perché gli esponenti del movimento artistico "Der Blaue Reiter", "Il Cavaliere azzurro" fondato da Franz Marc, Paul Klee, Gabriele Münter, Wassily Kandinsky e Alexej von Jawlensky, a cui è dedicato il museo "Franz Marc Museum" di Kochel am See, siano rimasti tanto affascinati da questa regione. Il dislivello tra il Walchensee e il Kochelsee viene sfruttato anche dalla centrale idroelettrica "Walchenseekraftwerk", costruita nel 1924 da Oscar von Miller, la cui storia viene illustrata nel moderno Centro visitatori.

Lasciata Kochel am See scorgerete in lontananza la cittadina di Benediktbeuern con la sua antica abbazia, considerata fin dal Medioevo il cuore spirituale e culturale della regione del Tölzer Land, con i due campanili a bulbo del convento più antico dell'Alta Baviera e la basilica barocca di St. Benedikt. Dopo Bichl e Bad Heilbrunn, famosa per le erbe selvatiche ed officinali, raggiungerete Bad Tölz.

Cookie Einstellungen

Wir setzen automatisiert nur technisch notwendige Cookies, deren Daten von uns nicht weitergegeben werden und ausschließlich zur Bereitstellung der Funktionalität dieser Seite dienen.

Außerdem verwenden wir Cookies, die Ihr Verhalten beim Besuch der Webseiten messen, um das Interesse unserer Besucher besser kennen zu lernen. Wir erheben dabei nur pseudonyme Daten, eine Identifikation Ihrer Person erfolgt nicht.

Weitere Informationen finden Sie in unserer Datenschutzerklärung.